Skip links

VALLE DEL SACCO, REGIONE SCRIVE A COMUNI: AL VIA CARATTERIZZAZIONE TERRENI AGRICOLI

VALLE DEL SACCO, REGIONE SCRIVE A COMUNI: AL VIA CARATTERIZZAZIONE TERRENI AGRICOLI

 

Dopo l’avvio ufficiale delle operazioni di bonifica della Valle del Sacco lo scorso ottobre, a sette mesi dall’accordo sottoscritto nella Prefettura di Frosinone tra il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa, partirà a gennaio 2020 la caratterizzazione delle aree agricole, cioè il controllo puntuale dei terreni all’interno degli 800 ettari che vanno da Colleferro a Falvaterra per verificarne l’eventuale livello di inquinamento. Un altro tassello decisivo per la bonifica definitiva dei siti inquinati e il rilancio dell’area.

Con una lettera indirizzata ai comuni ricadenti nel bacino della Valle del Sacco, infatti, il Responsabile Unico dell’Attuazione dell’Accordo di programma informa che “sono state definite le modalità e le priorità di intervento per la assicurare la messa in sicurezza, la caratterizzazione ed analisi di rischio, la bonifica ed il recupero delle aree inquinate incluse nel perimetro del Sito di Interesse Nazionale Bacino del Fiume Sacco. Fra gli interventi prioritari è prevista la caratterizzazione delle aree agricole ripariali del Fiume Sacco ricadenti nel SIN, finalizzata ad indagare l’eventuale permanenza degli inquinanti che ne decretarono l’interdizione dall’Ex Commissario Delegato in fase emergenziale”. Lo scrivente Direttore Regionale precisa inoltre che “ha in corso di perfezionamento la convenzione per l’esecuzione della suddetta caratterizzazione con ARPA, Istituto Superiore di Sanità, Servizio Sanitario Nazionale, Istituto Zooprofilattico Nazionale e ASL; pertanto nei prossimi mesi sarà necessario prelevare campioni di terreno (massima profondità cm 80) e campioni di prodotti vegetali in vari punti distribuiti sulle aree agricole ripariali del fiume Sacco”. “Affinché – prosegue – possa essere garantita l’accessibilità ai punti di prelievo è necessaria la massima collaborazione di codesto Comune e la preventiva informazione ai proprietari delle aree agricole ripariali” e al fine di fornire informazioni compiute sulle attività espletate e da espletare chiede ai comuni interessati “di indire un incontro pubblico con i proprietari delle aree agricole ripariali per il giorno 16 gennaio 2020 presso la propria sede”.

“Con la caratterizzazione dei terreni agricoli – spiega Buschini -, che partirà a gennaio 2020, prosegue l’opera di bonifica della Valle del Sacco. Un percorso che ho avuto l’onore di avviare durante il mio assessorato all’ambiente con il Presidente Zingaretti, quando furono presi impegni certi e, soprattutto, stanziate le risorse necessarie per far voltare definitivamente pagina ad un territorio martoriato. Ora continueremo a lavorare affinché le operazioni di bonifica procedano spedite e senza alcun ritardo. La grande collaborazione e la sensibilità mostrata da amministratori e cittadini continuerà ad essere fondamentale per arrivare, insieme, a questo traguardo storico. Bonificare sarà fondamentale per programmare un nuovo sviluppo sostenibile che coniughi gli aspetti economici a quelli ambientali e sociali”.

23 novembre 2019

Return to top of page