Skip links

Risanamento dei conti

Nel 2012, per la Corte dei Conti, il Lazio si trovava in grave crisi di “insolvenza finanziaria da un decennio”, con un debito pari a 13,2 miliardi di euro, di cui 2 miliardi di euro esclusivamente sulla sanità. In 5 anni abbiamo ridotto il debito della Regione Lazio di 10 miliardi di euro, dopo aver raggiunto il pareggio di bilancio nel 2015.

debiti saldati

10000000000000

anno in cui abbiamo raggiunto il pareggio di bilancio

2015

mesi in cui la Regione Lazio paga le fatture

2

milioni di euro di utili Cotral

8

disavanzo prodotto dalla sanità

0

Raggiunto il pareggio di bilancio

Abbiamo rinegoziato i mutui a tassi più vantaggiosi con il Ministero dell’Economia e con la Cassa Depositi e Prestiti, riacquistato i bond regionali e tagliato 1 miliardo di euro di sprechi. Con la ristrutturazione del debito abbiamo risparmiato 173,2 milioni di euro l’anno. Un risultato ottenuto dalla riduzione dell’82% del portafoglio derivati, dal contrasto all’evasione fiscale e dalla riduzione di tempi per l’attivazione dei processi di recupero crediti. Tutte scelte che ci hanno permesso di mettere in sicurezza il bilancio della Regione Lazio, non tagliare nessun servizio ai cittadini e iniziare a potenziarli e raggiungere, nel 2015, per la prima volta dopo tanti anni il pareggio di bilancio.

Saldati 10 miliardi di debiti

Il debito della Regione Lazio è passato dai 13,2 miliardi di euro del 2012, a 9,3 miliardi di euro nel 2013, il nostro primo anno di governo, ed oggi ammonta a 3,4 miliardi di euro. Abbiamo saldato quasi 10 miliardi di euro di debiti e pagamenti con le imprese e gli enti locali.

Risanamento della sanità

Il sistema sanitario regionale è passato dai 2 miliardi di euro di debiti, a soli 137 milioni di euro. Un risultato che ci ha permesso di uscire dal commissariamento della sanità perché ormai non produce più un euro di disavanzo.

Lazio buon pagatore

Nel 2013 la Regione Lazio pagava dopo tre anni dall’emissione della fattura: oggi i fornitori sono pagati mediamente entro un mese dalla data della fattura e quelli della sanità entro due mesi dalla fatturazione. Oggi, secondo le rilevazioni del Ministero dell’Economia e della Finanze, siamo, su scala nazionale, tra gli enti più virtuosi in termini di tempestività dei pagamenti. Un risultato che ha permesso di aumentare la fiducia nei confronti della Regione Lazio da parte dei creditori.

Risanamento della Cotral

La Cotral quattro anni fa aveva 347 milioni di euro di debiti e autobus vecchi di quasi 30 anni, oggi il bilancio è in attivo di 8 milioni di euro.

Return to top of page