Skip links

Referendum, Buschini: “Importante che i cittadini si rechino alle urne a votino Sì al referendum costituzionale”

Referendum, Buschini: “Importante che i cittadini si rechino alle urne a votino Sì al referendum costituzionale”

“Al referendum costituzionale in programma domenica 4 novembre voterò sì, per un’Italia che cambia, si semplifica e diventa più moderna. Vedo in questa riforma la soluzione a tanti dei problemi che attanagliano il nostro Paese e credo che non possiamo permetterci di buttare via l’ultima occasione vera per cambiare qualcosa nei prossimi 30 anni in Italia.

Nella proposta di modifica costituzionale sono molte le ragioni che suggeriscono un voto che ammoderni il funzionamento delle istituzioni democratiche. Il quesito, infatti, tocca questioni che io reputo cruciali: se la riforma passerà, si modificherà l’attuale assetto istituzionale e le due camere, finalmente, si occuperanno di cose diverse superando un bicameralismo paritario che non ha eguali nelle democrazie occidentali. Esistono ragioni per mantenere ancora in vita il bicameralismo nonostante siano oltre 35 anni che si propone il superamento di questa peculiarità tutta italiana? No, e votando sì al referendum si sceglie, inoltre, di tagliare il numero dei parlamentari riducendo i costi della Politica e offrendo, così, certezze ai cittadini sui tempi in cui il Parlamento è in grado di rispondere alle necessità del Paese evitando il ping pong delle due Camere.

Un’altra questione cruciale è quella che riguarda il rapporto tra Stato e Regioni. Mettendo mano al titolo V si ridisegna un sistema di equilibri che migliora la nostra democrazia e la induce a funzionare in maniera più semplice decretando, con certezza, quelle che sono le competenze sia dello Stato che delle Regioni.

Potrei citare l’abolizione del Cnel, un altro esempio e una ragione importante del cambiamento che auspichiamo, ma sottolineerei, altresì, quella parte della riforma che riconosce il diritto dei cittadini al referendum propositivo e a vedere prese in esame, entro un determinato termine, le proposte di legge di iniziativa popolare, oggi spesso inascoltate. Si creerebbero le condizioni per invertire la tendenza sulle difficoltà, ahimè comuni a diverse realtà nazionali, che vedono accrescere l’allontanamento dei cittadini dalle istituzioni dalla politica, un fatto estremamente grave per la nostra democrazia”.

Lo dichiara in una nota l’Assessore Regionale Mauro Buschini

Ufficio Stampa

Riccardo Strambi

Return to top of page