Skip links

Lavoro, dalla Regione investimenti per 180 milioni su nuova occupazione

Lavoro, dalla Regione investimenti per 180 milioni su nuova occupazione
Buona occupazione, dignità e pari opportunità delle lavoratrici e dei lavoratori: sulle politiche del lavoro si concentra un importante investimento di 180 milioni di euro messo in campo dalla Giunta Zingaretti per il biennio 2019-2020.
Le risorse sono in grado di coinvolgere oltre 70 mila persone con diverse misure per il lavoro che proseguono le politiche per l’occupazione, coerentemente con il percorso avviato negli ultimi anni dalla Regione Lazio, e rispondono ai nuovi bisogni emersi dal mercato del lavoro.
Il pacchetto di bandi e azioni è stato presentato dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti e dall’assessore al Lavoro e Nuovi diritti, Claudio Di Berardino.
STRUMENTI ADOTTATI NEL PACCHETTO LAVORO per incentivare e promuovere la buona occupazione nel 2019-2020:
GARANZIA GIOVANI
56,8 mln di euro
48.000 giovani
Cos’è: piano europeo composto da 8 misure di politiche attive del lavoro di contrasto alla disoccupazione giovanile e finalizzato a migliorare l’occupabilità dei giovani under 30.
A chi è rivolto: giovani tra i 15 e i 29 anni che non studiano e non lavorano.
Quando: fino a esaurimento delle risorse.
BONUS ASSUNZIONALE
34 mln di euro
4.250 persone
Cos’è: incentivo economico fino a 8.000 euro per chi assume con contratto a tempo indeterminato.
A chi è rivolto: imprese, fondazioni, associazioni e studi professionali.
Quando: fino a esaurimento delle risorse.
TIROCINI DI LAVORO PER PERSONE DISABILI
26,5 mln di euro
2.000 persone
Cos’è: formazione on the job per favorire l’inserimento lavorativo con un contributo di 800 euro mensili a carico della Regione. Qualora la persona sottoscriva un contratto di lavoro al termine della politica attiva, la Regione eroga un bonus assunzionale fino a 8.000 euro.
A chi è rivolto: persone con disabilità.
Quando: fino a esaurimento delle risorse.
REDDITO SOLIDALE
12 mln di euro
1.000 persone
Cos’è: è rivolto alle persone che non hanno maturato l’età pensionabile e che grazie a questo bando svolgono attività e servizi a beneficio della comunità territoriale. La misura ha una durata massima di 24 mesi e prevede il pagamento di un’indennità pari a 580 euro mensili, in parte a carico della Regione e in parte dell’ente beneficiario.
A chi è rivolto: disoccupati di età superiore ai 58 anni che non hanno alcuna forma di sostegno al reddito.
Quando: partirà entro il 30 giugno 2019.
PROGETTO ALMAVIVA
12 mln di euro
1.050 persone
Cos’è: progetto di politiche attive del lavoro composto da tre azioni:
•        Formazione orientata ai fabbisogni occupazionali con indennità di partecipazione;
•        Tirocinio della durata massima di sei mesi con indennità di partecipazione di 800 euro mensili a carico della Regione;
•        Bonus fino a 10.500 euro alle aziende che assumono a tempo indeterminato.
A chi è rivolto: lavoratrici e lavoratori, disoccupati ex dipendenti Almaviva Contact SpA – sede di Roma.
Quando: fino a esaurimento delle risorse.
APPRENDISTATO
11,6 mln di euro
12.000 persone
Cos’è: incentivo alla formazione e assunzione di giovani
A chi è rivolto: giovani 15-29 anni assunti con contratto di apprendistato.
Quando: ripartirà entro il 2019.
CONTRATTO DI RICOLLOCAZIONE ‘GENERAZIONI’
7 mln di euro
3.500 persone
Cos’è: servizio di accompagnamento alla ricerca di un lavoro subordinato o autonomo. Il percorso ha una durata di 6 mesi e può prevedere l’attivazione di un corso di formazione o di aggiornamento professionale. Qualora la persona sottoscriva un contratto di lavoro al termine della politica attiva, la Regione eroga un bonus assunzionale fino a 8.000 euro.
A chi è rivolto: disoccupati over 30.
Quando: fino a esaurimento delle risorse.
INTERVENTI A SOSTEGNO DI CRISI AZIENDALI
5,5 mln di euro
3.000 persone
Cos’è: interventi a sostegno dei lavoratori coinvolti in crisi aziendali o in cassa integrazione. Il bando aiuta il reinserimento nel mercato, con percorsi di accompagnamento al lavoro subordinato o al lavoro autonomo e con misure di formazione o aggiornamento professionale.
A chi è rivolto: lavoratrici e lavoratori coinvolti in crisi aziendali.
Quando: partirà entro il 30 giugno 2019.
SOSTEGNO ALL’AUTOIMPIEGO CON LINEA DEDICATA ALLE DONNE
3,5 mln di euro
350 persone
Cos’è: sostegno alla creazione di nuove imprese con il finanziamento di 10.000 euro a fondo perduto. Il bando prevede una riserva del 50% dedicata alle donne.
A chi è rivolto: lavoratrici e lavoratori coinvolti in crisi aziendali.
Quando: partirà entro il 30 giugno 2019
PATTO FRA GENERAZIONI
3 mln di euro
300 persone
Cos’è: patto di cooperazione fra due generazioni di lavoratori, il senior, prossimo alla pensione, e il giovane che si affaccia al mondo del lavoro. Da un lato il giovane assunto può acquisire le competenze e le esperienze proprie del lavoratore adulto e, dall’altro, si introducono nell’impresa competenze innovative.
A chi è rivolto: lavoratrici e lavoratori, giovani disoccupati e imprese.
Quando: partirà entro il 31 ottobre 2019.
AEROMOBILE
2,5 mln di euro
125 persone
Cos’è: sostegno allo sviluppo delle imprese dell’indotto del settore dell’aeromobile che assumono personale a tempo indeterminato.
A chi è rivolto: imprese e titolari di partita Iva che operano del settore dell’aeromobile.
Quando: fino a esaurimento delle risorse.
PROGETTO “PRIMA IL LAVORO” PER L’INTEGRAZIONE LAVORATIVA DEI MIGRANTI
2,3 mln di euro
2.350 persone
Cos’è: piano di integrazione lavorativa delle persone migranti. Il progetto prevede l’affiancamento e il sostegno di mediatori interculturali. Hanno aderito 9 Comuni, 3 Centri per l’impiego e 5 scuole.
A chi è rivolto: cittadini di paesi terzi regolarmente presenti in Italia, con particolare riferimento a soggetti vulnerabili.
Quando: si concluderà il 31 dicembre 2020.
WELFARE AZIENDALE
1,5 mln di euro
200 imprese
Cos’è: azioni di promozione, progettazione e realizzazione di piani dedicati al benessere dei lavoratori, in particolare nelle Piccole e medie imprese (Pmi), per incentivare la flessibilità e la conciliazione vita-lavoro.
A chi è rivolto: imprese e liberi professionisti.
Quando: partirà entro il 31 luglio 2019.
CAPORALATO
500 mila euro
500 persone
Cos’è: contrasto allo sfruttamento e al lavoro nero in agricoltura agendo all’origine del sistema di sfruttamento. È prevista una prima sperimentazione degli interventi nella provincia di Latina. Quattro le azioni:
• Trasporti gratuiti da e per i campi;
• Elenchi di prenotazione presso i centri per l’impiego per un corretto incontro tra domanda e offerta di lavoro;
• Indici di congruità: individuare criteri oggettivi per il fabbisogno di manodopera di ogni impresa in base a dimensione e tipo di produzione;
• Mediatori culturali multilingua per affiancare i braccianti stranieri nelle procedure burocratiche e nei rapporti con i servizi e le istituzioni;
A chi è rivolto: datori e lavoratori del comparto agricolo.
Quando: le misure previste per la sperimentazione nella Provincia di Latina saranno operative da maggio 2019 a novembre 2019.
6 marzo 2019
Return to top of page