Skip links

Buschini: Al via bando regionale per l’artigianato del Lazio

Buschini: Al via bando regionale per l’artigianato del Lazio

Fondo perduto al 100% per chi assume un under 35. Riserva da 400mila euro per le imprese nei piccoli comuni

“A partire da martedì 6 febbraio, al via il nuovo avviso pubblico regionale finanziato con 3 milioni e rivolto agli artigiani, con l’obiettivo di sostenere l’artigianato e le Pmi del Lazio a modernizzarsi e migliorare la loro competitività. Il bando è pensato per investimenti sul potenziamento della produttività e dell’innovazione delle imprese artigiane del Lazio tramite progetti delle imprese (2,6 milioni) o servizi offerti dai Centri Servizi per l’Artigianato (Csa) (400.000 euro). In seno ai 2,6 milioni destinati alle imprese sono previste due riserve, una da 600.000 euro per l’artigianato artistico e tradizionale e una da 400.000 euro per le attività artigiane con sede in un Comune con popolazione inferiore ai 5.000 abitanti, con particolare attenzione, quindi, a quelle attività ancora localizzate nei centri più piccoli, ma che ancora custodiscono le tradizioni produttive locali. I beneficiari sono le imprese già esistenti e le aggregazioni stabili o temporanee comprendenti almeno cinque e non più di dieci imprese. Circa la tipologia dell’aiuto, per quanto riguarda le risorse per le imprese, i contributi sono concessi a fondo perduto fino a copertura dell’80% del progetto, elevabili al 100% per i progetti che comportino l’assunzione di giovani under 35. Per quanto riguarda le risorse dedicate ai Csa, l’aiuto concesso sarà sempre a fondo perduto fino all’80% delle spese ammissibili, e comunque fino a un massimo di 200.000 euro”.

Lo dichiara in una nota l’Assessore Regionale Mauro Buschini.

“Per i progetti delle imprese – spiega Buschini -, questi devono essere mirati all’innovazione (e-commerce, marketing, servizi Ict) o allo sviluppo della creatività (design, utilizzo di nuovi materiali, ecc.) delle imprese artigiane, sostenendo spese relative, ad esempio, a macchinari, hardware, brevetti, licenze, adesione a piattaforme di e-commerce, consulenze, formazione e assistenza tecnica. Per quanto riguarda le risorse dedicate ai Csa, i progetti devono essere sovraprovinciali e devono riguardare l’offerta di servizi per la crescita e l’innovazione delle imprese artigiane, e le risorse potranno essere utilizzate per spese di personale, consulenze e altre spese indirette. Un aiuto concreto ad un settore fondamentale per il nostro territorio, per rafforzare la competitività delle imprese più piccole e renderle maggiormente competitive sul mercato globalizzato”.

Clicca qui per scaricare il bando

Ufficio Stampa Assessore Regionale Mauro Buschini

Return to top of page